IT / EN

News

News, 08 Febbraio 2019

Il cartellino? Da oggi è anche al polso

Abbonati a L'informatore Inaz

iTerm, l'app di Inaz per le timbrature "virtuali" da remoto, si può utilizzare anche su Apple Watch.

Si possono timbrare inizio e fine, selezionare rapporto e attività, calcolare la posizione GPS e verificarne la correttezza e avere tutto l'elenco delle timbrature inviate. Il tutto in costante sincronizzazione con l'app su iPhone.

Così timbrare diventa il più semplice e naturale dei gesti.

DISPOSITIVI SUPPORTATI:
iPhone | iPad | Apple Watch | Smartphone e Tablet Android

Vai alla pagina prodotto >>

Scarica iTerm da App StoreScarica iTerm da Google Play

 
Eventi, 11 Febbraio 2019
Seminario Quota 100 e novità pensionistiche

Milano - 13 Marzo 2019
Quota 100 e novità pensionistiche

Gli esperti del Centro Studi Inaz daranno i necessari aggiornamenti in relazione alle novità pensionistiche, i requisiti per l’accesso alle agevolazioni, analizzando i pro e contro in relazione alle scelte possibili.

Eventi, 08 Febbraio 2019
Inaz al Transpotec 2019

Verona - dal 21 al 24 Febbraio 2019
Inaz a Transpotec

Siamo a Transpotec Logitec (Veronafiere, dal 21 al 24 febbraio 2019) all’interno del Logistic Village di FIAP con le nostre soluzioni integrate per la gestione delle flotte e del personale delle aziende di autotrasporto.

News, 08 Febbraio 2019

Il cartellino? Da oggi è anche al polso

iTerm, l'app di Inaz per le timbrature "virtuali" da remoto, si può utilizzare anche su Apple Watch.

Comunicati Stampa, Comunicati stampa completi, 06 Febbraio 2019

Per l’80% delle imprese la priorità è la digitalizzazione. Fa aumentare la produttività e rende possibile il cambiamento

Secondo la ricerca “The future of HR in the digital era”, realizzata da Business International in collaborazione con Osservatorio Imprese Lavoro INAZ, il 38% delle imprese prevede di introdurre lo smartworking e il 31% forme di welfare aziendale. Linda Gilli, amministratore delegato di INAZ: «Il digitale è il fattore abilitante del cambiamento, ma al centro di ogni progetto di sviluppo c’è il fattore umano»