IT / EN

News

News, 01 Agosto 2017

Lavoro occasionale: più di 3mila registrazioni in 5 giorni

provan

Nel primo periodo (10-14 luglio) di operatività delle prestazioni di lavoro occasionali, introdotte dalla legge di conversione del decreto legge n. 50/2017 (art. 54-bis), sulla piattaforma telematica predisposta dall'INPS si sono registrati 1.119 datori di lavoro che utilizzeranno il Libretto Famiglia, la tipologia di contratto occasionale riservata alle famiglie e alle persone fisiche non nell'esercizio di attività di impresa. Inoltre si sono registrati 1.907 datori di lavoro che impiegheranno prestatori di lavoro sulla base dello schema previsto dal Contratto di prestazione occasionale, la tipologia contrattuale prevista per le aziende, associazioni, fondazioni ed altri enti, basata su una retribuzione minima giornaliera di 36,00 euro per un massimo quattro ore di prestazione (nel settore agricolo la retribuzione minima varia in funzione delle fasce contrattuali). Questo porta a 3.026 le registrazioni totali, alle quali si devono aggiungere anche le registrazioni dei lavoratori, 897. In un comunicato diffuso questa settimana, l'INPS ricorda che, nel caso del contratto di prestazione occasionale, il datore di lavoro deve comunicare, attraverso la piattaforma telematica e almeno 60 minuti prima dell'inizio della prestazione, i dati necessari per consentire all'INPS il pagamento delle prestazioni al lavoratore nonché l'accredito dei contributi previdenziali sulla sua posizione pensionistica. L'Inps effettuerà il pagamento il giorno 15 del mese successivo allo svolgimento della prestazione. Per le prestazioni svolte attraverso il Libretto Famiglia, la comunicazione può essere effettuata dopo la prestazione, purché entro il terzo giorno del mese successivo al suo svolgimento. Prima di avviare la prestazione, i datori di lavoro devono versare la provvista finanziaria necessaria per il pagamento del compenso al lavoratore e la regolarizzazione della sua posizione previdenziale, attraverso l'utilizzo del mod. F24 Elide, a cui si aggiungerà, entro fine luglio, anche il sistema di pagamento "PagoPA", basato su strumenti di pagamento elettronici (addebito in c/c, carte di credito/debito, ecc.).




 
News, 18 Settembre 2018

Il futuro: armati di coraggio, creatività e resilienza

Per arrivare a festeggiare settant'anni, e per poter pensare di viverne almeno altrettanti, se non di più, un'impresa deve saper fare una cosa, difficilissima: mettere insieme l'obiettivo economico e il benessere delle persone.

News, 17 Settembre 2018

Cultura d'impresa, diffondere il germe dell'innovazione

In Inaz si è presto cominciato a praticare la responsabilità sociale d'impresa, precorrendo la stessa formulazione nel mondo accademico e nelle business school. Abbiamo cominciato a pensare a come migliorare la società di cui facciamo parte, a cosa donare per far germinare innovazione e sviluppo. 

News, 10 Settembre 2018

"Noi di Inaz - 1948-2018"

Chi entra nella sede di Inaz viene accolto da una nuova opera d'arte, realizzata per celebrare #Inaz70

News, 06 Settembre 2018

Il talento è un patrimonio da mettere a frutto

Talento è un termine che usiamo comunemente per indicare le qualità innate di una persona, qualità da coltivare e sviluppare perché possano esprimere tutto il loro potenziale.