IT / EN

La resilienza in azienda è un valore condiviso

resilienza

Linda Gilli
Presidente e Amministratore Delegato – Inaz srl

Affrontare le crisi cambiando, senza snaturarsi, è una virtù non solo per le persone, ma anche per le organizzazioni.

Coltivare la resilienza vuol dire coltivare la capacità di vedere le cose con quella fiducia che, anche nei momenti difficili, ci fa tenere dritta la barra del timone, senza cedere ad alternative facili, ma che comportano la perdita della propria identità.

Vuol dire, inoltre, vedere le cose in modo positivo. Per esempio, guardare anche ai competitor per cogliere le opportunità di stare sul mercato insieme, facendo rete. E poi, saper vivere la vita quotidiana senza farsi tormentare dall’ansia per il futuro. “Basta a ciascun giorno il suo affanno”, citazione del Vangelo di Matteo, riassume chiaramente questo pensiero invitando ad abbandonare gli eccessivi timori per il domani: non per fuggire le responsabilità, bensì per impegnarsi con efficacia nel presente.

Come imprenditrice ho dovuto affrontare diversi momenti di passaggio, di ripensamento delle strategie. L’armonia in azienda e la collaborazione di tutte le persone che ne fanno parte sono state cruciali di fronte alle difficoltà. Si è manifestato uno “spirito d’impresa” che mi ha insegnato una cosa fondamentale: si resiste se non si è da soli.

Può darsi che essere una donna, e quindi orientata a una leadership più accogliente e allargata, mi renda particolarmente sensibile a questo concetto. Gioca un ruolo anche il fatto che Inaz sia un’azienda familiare: e le aziende familiari, per natura, hanno una concezione del profitto come strumento di crescita a medio-lungo termine, legata al bene comune. In tutto questo le persone sono al centro e la funzione HR si rivela strategica: per pensare a progetti nuovi è importantissimo conoscere le persone e averle nel posto giusto, al momento giusto.

Infine, la soddisfazione per aver superato un momento difficile va condivisa con tutti. È vero che in un’azienda le sfide si susseguono. Ma non dimentichiamo di celebrare e valorizzare ogni successo assieme alle persone che l’hanno reso possibile.