IT / EN

La giustizia sociale non è un lusso

Giustizia-sociale

Per uscire dalla crisi è necessario ricostruire la giustizia sociale.
 

«Lavorare per proteggere uguali opportunità e possibilità economiche per la maggior parte dei nostri cittadini è una cosa moralmente giusta ed è buona economia», così Bill Clinton nel discorso alla convention democratica del 2012.

Il termine giustizia sociale, coniato nell’800, affonda le sue radici nel principio di solidarietà e nella società civile. È una virtù necessaria a cittadini liberi, con la quale essi vanno oltre l’iniziativa personale e cooperano tra loro per migliorare il benessere generale. Per questo è una virtù sociale nei suoi metodi (spirito di cooperazione) e nei suoi obiettivi (bene dell’intera umanità).

Il filosofo francese Jacques Maritain sottolinea l’importanza della giustizia sociale con queste parole: «La ragione primordiale per cui gli uomini, uniti in una società politica, hanno bisogno dello Stato è l’ordine della giustizia. D’altro lato, la giustizia sociale costituisce il bene decisivo per le società moderne. […] necessità vitale – non soltanto materiale ma anche morale – di soddisfare i bisogni e i diritti a lungo trascurati della persona umana negli strati più profondi e più estesi della società».

Per approfondimenti: Economia sociale di mercato e umanesimo d’impresa, di V. Negri Zamagni, A. Quadrio Curzio, M. Vitale, Piccola Biblioteca d’Impresa Inaz, 2012.