IT / EN

News

News, 16 Marzo 2016

Le aziende che mettono le persone al centro scelgono Inaz

Fin dai suoi albori l’umanità è alla ricerca di strumenti per organizzare meglio il lavoro, in un flusso continuo di innovazione. Il ventesimo secolo ci ha portato la rivoluzione del software, con il quale è diventato semplice e naturale condividere informazioni, scambiarsi dati, governare flussi di persone e cose. E, soprattutto, collaborare.

Il nostro mestiere è creare soluzioni che aiutano a collaborare, a lavorare meglio. Queste soluzioni costituiscono in sistema integrato e in continua evoluzione per la gestione completa delle risorse umane. Il cuore della comunicazione interfunzionale è il Portale del Dipendente; gli altri strumenti che compongono il sistema sono il gestionale HR, il software paghe e gli applicativi per gestire le presenze, le trasferte e i turni. E poi c’è un potente cervello che consente di conoscere nel dettaglio il costo del lavoro, dal budget del personale a Business Analytics; perché è da questi dati che si parte per pensare le strategie rivolte al futuro.

Scegli la soluzione giusta per la tua organizzazione>>

 
News, 03 Marzo 2017

Premiare la produttività con il welfare aziendale

Nel 2016 oltre 5 milioni di dipendenti hanno ricevuto in media 1.500 euro per la performance di risultato detassata, dice Repubblica.

News, 03 Marzo 2017

Conversione in legge del decreto "Milleproroghe"

E' stato approvato, in via definitiva, il 23 febbraio, il disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 30 dicembre 2016, n. 244, c.d. Milleroroghe, con 249 sì, 147 no e 3 astenuti. Anticipiamo alcune novità:

News, 28 Febbraio 2017

Il Diritto del Lavoro: percorso formativo per HR Manager

Gli HR manager si confrontano ogni giorno con la complessità del Diritto del Lavoro per gestire moltissimi casi aziendali, da quelli ricorrenti a quelli più impegnativi.

News, 28 Febbraio 2017

Contratti collettivi e retribuzioni contrattuali

Nel 2016 gli stipendi degli italiani sono cresciuti.Lo dice l'Istat, che ha certificato un aumento delle retribuzioni dello 0.6% rispetto al 2015