IT / EN

News

News, 27 Giugno 2018

L'eredità dei fondatori

Fondatori Inaz 70

Settant'anni con le imprese: questa è Inaz. E settant'anni sono davvero tanti. Siamo felici di essere tra quelle realtà italiane che possono dire di aver tagliato questo traguardo.
Aggiungiamo, poi, che Inaz è un'impresa familiare: i numeri ci dicono che solo un quarto delle aziende di questo tipo arriva alla seconda generazione, e solo il 15% alla terza. Vuol dire che, fatte 100 le imprese familiari in Italia, solo tre o quattro si avviano alla terza generazione.
I momenti di passaggio sono sempre un banco di prova per la tenuta di un'impresa. Per affrontarli bisogna avere radici forti, e Inaz ha queste radici, salde in un terreno dove altre aziende non ci sono più. Il passaggio generazionale può essere garantito se famiglia, manager e collaboratori lavorano tutti insieme.
Nel preparare l'anniversario di Inaz ho ripreso in mano alcuni documenti di mio padre Valerio Gilli (nella foto con la moglie Clara), di suo fratello Nino e di mia madre Clara, che testimoniano la nascita e i primi passi di Inaz. Dalla corrispondenza degli anni durante la guerra sono emerse riflessioni su alcuni momenti chiave. Per esempio mio padre, da giovane, durante il conflitto, prima di fondare Inaz, scriveva: "Il mio sogno è di poter riprendere il mio lavoro a Milano, per potermi creare un po' di indipendenza". Mise tutto il suo entusiasmo in quel sogno, sostenuto dalla famiglia: da suo fratello, da sua madre, anche se un po' timorosa. E poi fu fondamentale il ruolo di mia madre, Clara, sempre al suo fianco nella vita e nel lavoro.
Questo entusiasmo e questa passione, unite alla volontà di lavorare bene e con responsabilità, costruendo qualcosa di destinato a durare, sono stati l'eredità che i miei genitori hanno lasciato a Inaz.
Oggi siamo qui, solidi e ancorati ai nostri valori, a perpetrare qualcosa di più che un semplice "buon lavoro". Tutti insieme facciamo un bellissimo, un grandioso, un ottimo lavoro, un "great work"!

- Dal discorso di Linda Gilli, presidente e AD di Inaz, per il settantesimo anniversario - 

Nella foto: i fondatori Inaz, Valerio e Clara Gilli - Milano 1974  

 
Comunicati Stampa, Comunicati stampa completi, 06 Febbraio 2019

Per l’80% delle imprese la priorità è la digitalizzazione. Fa aumentare la produttività e rende possibile il cambiamento

Secondo la ricerca “The future of HR in the digital era”, realizzata da Business International in collaborazione con Osservatorio Imprese Lavoro INAZ, il 38% delle imprese prevede di introdurre lo smartworking e il 31% forme di welfare aziendale. Linda Gilli, amministratore delegato di INAZ: «Il digitale è il fattore abilitante del cambiamento, ma al centro di ogni progetto di sviluppo c’è il fattore umano»

News, 19 Dicembre 2018

Scopri L'informatore Inaz

Un servizio esclusivo che ti dà appuntamento ogni settimana: commenti e approfondimenti su temi di fisco, lavoro e previdenza.

News, 18 Dicembre 2018

Abbiamo grandi risorse per le risorse umane

Software, cloud, outsourcing, consulenza. Se le tue risorse umane hanno bisogno di grandi risorse, Inaz ha tutto ciò che ti serve. Siamo energia per la tua impresa.

News, 13 Dicembre 2018

Le storie dei giovani nel film "Il fattore umano. Lo spirito del lavoro"

Trovano spazio tante storie di giovani nel film "Il fattore umano. Lo spirito del lavoro", presentato in questi giorni al Tertio Millennio Film Fest.