IT / EN

News

News, 07 Aprile 2017

Pensionati: la quattordicesima mensilità del triennio 2017-2019

Pensioni 14esima Inaz


Inps
Messaggio n. 1366 del 28 marzo 2017
Sono state fornite le istruzioni riguardo la c.d. quattordicesima mensilità, corrisposta ai pensionati in possesso di un reddito che non superi di due volte il trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti. Il trattamento minimo, ai fini della spettanza della misura della somma aggiuntiva, è così determinata per il 2017:
mensile = € 501,89
- annuale = € 6.524,27
- annuale x 1,5 = € 9.786,86
- annuale x 2= € 13.049,14
Il pagamento sarà effettuato d’ufficio per i pensionati di tutte le gestioni unitamente al rateo di pensione di luglio 2017 (di dicembre 2017 per coloro che perfezionano il requisito anagrafico nel secondo semestre dell’anno 2017).
La somma aggiuntiva
Si riportano di seguito gli importi della somma aggiuntiva per l’anno 2017, di cui alla Tab. A, all. D, art.1, co 187, lettera a, L. 232/2016.

Puoi leggere l'approfondimenti di questa ed altre novità all'interno del nostro 
Osservatorio Normativo >> 

 
Inaz comunica, Idee per l'impresa, 05 Giugno 2017
PremioxInnovazione 2017

Imprese X Innovazione: Inaz riceve da Confindustria il Premio IXI

Imprese X Innovazione: Inaz riceve da Confindustria il Premio IXI "Le persone fanno la differenza". È questa la categoria per la quale Inaz ha ricevuto nei giorni scorsi a Roma il Premio IXI – Imprese X Innovazione, assegnato da Confindustria per l'ottavo anno consecutivo.

News, 31 Maggio 2017

Gestire le risorse umane è semplice con le App Inaz

Gestire le persone con un semplice tocco sullo schermo: ora è realtà grazie alle nuove App firmate Inaz, che portano sui dispositivi mobili le soluzioni più avanzate per il mondo risorse umane.

News, 31 Maggio 2017

Gestione curriculum

Per trovare la persona giusta, quante candidature ci vogliono? E come essere sicuri di non avere già in azienda le competenze che servono?

News, 29 Maggio 2017

Sfida #6. La qualità dei dati: sempre disponibili, senza duplicazioni

Il 2016 è stato un anno di svolta per lo Smart Working in Italia: sempre più iniziative su questo tema, e sempre più mature, oltre a una crescente consapevolezza a livello istituzionale.